Menu

Cart

Content

Progetto "I Cantieri Creativi"

cantieri creativi

Obiettivi e finalità
Le attività di laboratorio costituiscono un momento importante del percorso comunitario per gli utenti che usufruiscono di un programma terapeutico-riabilitativo per la tossicodipendenza e l’alcolismo.
La nostra Comunità pone molta attenzione alla valenza terapeutica e pedagogica del “lavoro” per molteplici motivazioni.
Nelle ore previste nella programmazione settimanale dedicate alle attività lavorative, si determina un setting di “osservazione”. L’impiego degli utenti in compiti lavorativi offre la possibilità di mettere in luce quelli che sono i loro aspetti caratteriali condizionati dal contesto. La pazienza, il sacrificio, la tolleranza, l’inventiva, la costanza, la disponibilità, l’affidabilità sono solo alcuni degli elementi comportamentali che emergono in un ambito di lavoro. L’equipe, dunque, ha l’occasione di elaborare le azioni-reazioni, in  situazioni specifiche, e comprendere ancor più affondo le personalità degli utenti.
Altrettanto rilevante risultano essere le implicazioni da un punto di vista pedagogico. Per  l’equipe il lavoro viene ad essere uno strumento per  modellare, cambiare i numerosi comportamenti inadeguati degli ospiti, che sono di certo parte determinante del disagio e dell’emarginazione sociale cui sono vittime.
I laboratori rappresentano, quindi, un ottimo banco di prova per gli utenti, considerate le scarse esperienze lavorative; i numerosi fallimenti cui sono andati incontro; o ancora l’abitudine ad avere tutto e subito col minor sforzo possibile.
Specificatamente gli operatori osservano e verificano molteplici comportamenti-bersaglio e, per mezzo di indicazioni precise e di  una sensibilizzazione continua a metterle in atto, si propongono di attuare un reale cambiamento degli stessi e un’adeguata ristrutturazione cognitiva ad essi correlata.
La formazione è parte integrante delle attività di laboratorio. È facile intuire come questo aspetto sia di notevole spessore per la crescita di qualsiasi individuo. A maggior ragione per i residenti di una comunità che possono approfittare di un discreto periodo per apprendere o consolidare conoscenze pratiche e teoriche.
Ciò risulta essere importantissimo nella prospettiva di un più funzionale re-inserimento non solo sociale ma anche lavorativo nella società di appartenenza, potendo evitare gravi “pressioni ambientali” causanti spesso ricadute.
Per cui, proprio come prevede il  “Programma terapeutico”, l’obbiettivo ultimo è quello di dare la possibilità agli utenti, che portano a buon fine il Programma, prospettive future sicure, dando la base per una realizzazione della persona, con il concreto supporto di una struttura che è in grado di dare formazione e competenze (che potranno essere messe a frutto fuori dal contesto comunitario) o di offrire loro un lavoro dignitoso.
È qui che si inserisce la volontà, forte, della Cooperativa a mettere in piedi un sistema produttivo: il progetto “Laboratori Creativi”
 il progetto "Laboratori creativi"
Il progetto mira a sfruttare le risorse (sia umane che materiali), verso l’efficienza organizzativa, la pianificazione preventiva, la competitività legata ai mercati cui ci si propone di entrare. Presupposti indispensabili per il successo di qualsiasi sistema produttivo. Da questo sforzo nasce l’idea di valorizzare al meglio le risorse umane che la comunità possiede.
Le singolari capacità professionali di alcuni utenti e operatori, e il sostegno organizzativo dell’equipe sono a fondamento del progetto.
La spiccata vocazione artigianale per le composizioni floreali, la lavorazione del legno, la realizzazioni di articoli da bigiotteria, l’esperienza e le competenze grafiche nel campo della comunicazione pubblicitaria, rappresentano il materiale conoscitivo e le facoltà individuali che l’equipe si propone di inquadrare per centrare l’obiettivo: mettere in atto dei veri e propri “Laboratori Creativi”.
In seno all’equipe un operatore responsabile del progetto propone una pianificazione dettagliata che individua la strada maestra, partendo dalla classificazione di tutti prodotti artigianali che già siamo in grado di realizzare. Il passo successivo è determinare gli elementi indispensabili per potenziare, migliorare, rendere efficiente l’impianto produttivo: le risorse strutturali, la strumentazione, l’organigramma organizzativo, la formazione, il piano marketing, strategie d’acquisto e di vendita.
L’intento e di costituire 6 tipologie di laboratori (Laboratorio dei fiori, Laboratorio di grafica Pubblicitaria, Laboratorio di Falegnameria, Laboratorio di Ceramica, Laboratorio di Bigiotteria, Laboratorio di Coltivazione degli Asparagi e Piante Medicali), per ognuno dei quali sarà nominato  un Responsabile di Laboratorio e un Tutor di formazione. Tutti i laboratori saranno coordinati, in forma sinergica, da un Direttore Creativo e un Direttore Produzione, Responsabili del progetto, con la supervisione dell’equipe. Inoltre uno o più rappresentanti saranno preposti alla promozione e alla vendita dei prodotti-servizi dei laboratori.

Comunità "Vivere"

Comunità Residenziale per il trattamento delle Dipendenze Patologiche

Via B. Croce, 37 - 94015 Piazza Armerina - ENNA
SICILY - ITALY
E.mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Tel./Fax: 093589839

Cantieri Creativi